5 motivi per cui abbiamo creato Delinquenti prestati al mondo della palla ovale 2 8539

Oggi, primo dicembre 2017, Delinquenti prestati al mondo della palla ovale compie 3 anni. In molti ci chiedono perché abbiamo aperto questa pagina. Ecco, in breve, i 5 motivi per cui abbiamo pensato che, nel mondo, ci fosse bisogno dei Delinquenti.

#1 – Perché fa ridere:

“Certo che na pignata in testa fà male”…

 

#2 – Perché è la pagina che il rugby merita, ma non quella di cui ha bisogno adesso:

Qualcuno doveva pur addossarsi il peso di tanta ignoranza, delinquenza e prepotenza. Certe cose non potevano continuare a rimanere lì, impunite, dimenticate. Allora abbiamo cominciato ad agire nell’ombra. Quindi eccoci qua.

#3 –  Perché ci serviva un modo per litigare con la gente in internet:

Siamo dei bastardelli litigiosi, che ci volete fare?

#4 – Perché ci piace fare soldi senza lavorare:

Questa ce l’hanno detta sul serio, andava riportata. Se solo aveste idea di quanto lavoro c’è dietro e di quanto non abbiamo mai visto un euro…

#5 –  Perché avevamo il sogno di avere un sogno:

Perché è una cosa bella, una cosa che aggrega, che riunisce. Perché è un punto di contatto fra bambini, adulti, maschi e femmine. Perché ci sono persone che si sono avvicinate a questo sport grazie alla nostra pagina. Perché a tante persone non piace e ci sprona a migliorare. Non si potrà piacere a tutti, ma seriamente ci proviamo. Perché amiamo questo sport, in tutte le sue sfumature e vogliamo poterne parlare in libertà, con tutti. O, quantomeno, con più persone possibili.

 

Previous ArticleNext Article

2 Comments

  1. Vi seguo praticamente da quando siete nati, e subito mi avevato fatto girare le palle, ma poi siete riusciti anche a fermarle!!
    Continuerò a segurvi giovani bastardelli, perche il rugby é una bellissima malattia; quando ti becca non potrai piu farne a meno.
    Rimarrai per sempre un rugbysta!
    Piu o meno delinquente dentro!!
    Buon lavoro ragazzini.
    Sono quasi quarant’anni che sono ammalato!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *