Arriva l’Autumn Nations Cup! 0 927

Si preannuncia un autunno ricco di grandi match quello che attende il pubblico della palla ovale. È stato presentato ufficialmente il torneo che sostituirà i test match autunnali per questa stagione.  L’Autumn Nations Cup 2020 sarà una competizione unica a otto squadre, che coinvolgerà non solo le squadre del Sei Nazioni ma anche i team di Fiji e Georgia, dopo l’ esclusione del Giappone dovuta alle restrizioni di viaggio che impediscono alla  squadra del sol levante di partecipare.

Il torneo prevede due gironi da 4 squadre:

  • Gruppo A Inghilterra, Irlanda, Galles e Georgia
  • Gruppo B composto da Francia, Scozia, Italia e Fiji.
gironi Autumn Nations Cup

Prenderà il via il 13 novembre con un big match quello tra Irlanda e Galles all’Aviva Stadium e si concluderà il 6 dicembre con gli scontri sulla base della classifica dei due pool, ogni squadra affronterà la squadra classificata nella sua stessa posizione nel girone opposto.

Nelle prossime settimane, mentre la pianificazione dettagliata continua in vista del round di apertura del Autumn Nations Cup 2020, la salute e la sicurezza dei giocatori, del personale associato e dei tifosi continuerà a essere un obiettivo chiave.

Ben Morel, CEO del Six Nations Rugby, ha dichiarato: “Siamo assolutamente lieti di annunciare formalmente i dettagli della Autumn Nations Cup. Una quantità significativa di tempo e fatica ci ha impegnati a fornire questo nuovo formato di torneo in circostanze difficili e lo spirito di collaborazione tra le principali parti interessate è stata eccezionale.

“Mentre le sfide presentate dalla pandemia COVID-19 hanno reso la tradizionale finestra d’autunno di test irrealizzabile, siamo rimasti determinati a fornire un unico e convincente torneo che garantisca un rugby di livello mondiale ai nostri fan in tutto il mondo, e partite competitive per giocatori, tecnici e federazioni.

“Non vediamo l’ora che inizi il torneo che prenderà il via a novembre e i fan possono aspettarsi alcune eccezionali partite con alcuni dei più grandi giocatori del mondo. Siamo particolarmente lieti che si siano uniti a noi le Fiji e la Georgia e ci aspettiamo che entrambe siano straordinarie aggiunte alla competizione.”

Sarà interessante vedere finalmente in azione la Georgia contro altre squadre di rilievo, la mischia georgiana è forse l’ arma più temibile della squadra dell’est.

Le Fiji una squadra che nel corso degli anni, grazie al seven, ha sviluppato un rugby dinamico e molto veloce con giocatori che fanno della prestanza fisica un arma difficile da gestire per le difese avversarie.

L’ Inghilterra, sarà sicuramente la squadra da battere, con Eddie Jones che non perderà occasione di gettare benzina sul fuoco prima dei vari match.

La Francia, degli Enfant terrible sarà sicuramente un avversario ostico per tutte le sue dirette concorrenti. Brunell ha le redini di un team dal potenziale devastante, ma che spesso lascia per strada qualche punto chiave per la vittoria del match.

Irlanda,Galles, Scozia e Italia, stanno concludendo la stagione 2019/2020 del Pro14, con la nazionale Italiana che già da diversi giorni si allena in gruppo. Il futuro incerto del Pro 14 con il ritiro delle due squadre sud africane rende incerta la partenza di questo campionato, che potrebbe partire dopo l’ Autumn Nations Cup con la vecchia formula a 12 squadre. L’ Irlanda, come la Scozia affrontano il duro periodo del cambio generazionale, con risultati altalenanti e molto spesso deludenti. Il Galles affronterà il primo torneo sotto la guida del neo allenatore Wayne Pivac. 

L’ Autumn Nations Cup potrebbe essere un nuovo punto di partenza per tutte le nazioni che vi partecipano, un momento di rinascita in ottica futura. Sarà l’occasione per rimettersi in gioco sotto tutti i punti di vista senza paura.

di Giacomo Civino

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *