Coppa del Mondo: allarme birra 1 1437

La Coppa del mondo, che avrà sede nel sol levante, è sempre più vicina. Mancano infatti pochi mesi all’ inizio dell’ evento e si prospetta un grande afflusso di tifosi provenienti da ogni parte del mondo. Il Comitato organizzatore non vuole lasciare nulla al caso per la buona riuscita della manifestazione. E’ stato chiesto alle città che ospiteranno i match di aumentare la produzione e l’importazione del “fulcro” di questo sport: parliamo della birra.

Per la Coppa del mondo sono previsti in Giappone oltre 400.000 spettatori. I responsabili temono che un’ assenza di birra potrebbe portare ad una cattiva pubblicità del paese con una conseguente perdita di visitatori dopo l’ evento. Le città maggiormente coinvolte sono Sapporo, Hokkaido e Oita.

Un funzionario della prefettura di Oita ha infatti confermato all’agenzia Jiji Press che i timori del comitato organizzatore hanno una base solida,  poiché molti ristoranti e alberghi della zona stanno offrendo come ulteriore stimolo alla partecipazione un viaggio con  bar nomihodai incluso.

L’usanza dell’ Nomihodai consisterebbe nell’aggiungere al prezzo base 500¥ (circa 4,06€) per poter bere a sazietà. Un vero e proprio richiamo per i tifosi che, grazie a questo escamotage, riusciranno a placare la loro sete a prezzi modici.

di Giacomo Civino

 

Previous ArticleNext Article

1 Comment

  1. Buono a sapersi della birra illimitata a 4 euri. Sarò a Oita il 2 ottobre per gli allblacks.
    More beer, please!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *