Gli highlights della quarta giornata del Sei Nazioni femminile (VIDEO) 0 778

INGHILTERRA 55 – 0 ITALIA
Non è mai facile giocare contro l’Italia“. Queste sono le parole del secondo centro Scarratt, la diretta avversaria della nostra Sillari dopo il match di sabato. A Sandy Park di Exeter, dove i tifosi erano più di 10 mila (INCREDIBILE!) ad affollare lo stadio per la partita della quarta giornata del Sei Nazioni femminile, le prime due in classifica si sono sfidate. Inutile ripetere tutto ciò per cui abbiamo elogiato le inglesi nei precedenti articoli contenti gli highlights delle partite. Un’Italia che, per la prima volta dall’inizio del campionato, non riesce a segnare nemmeno un punto contro le avversarie ma che prima della fine del primo tempo era sotto di soli 21 punti con ancora 40 minuti tutti da giocare. La potenza e la furia delle inglesi però hanno sovrastato le ragazze azzurre finendo per un totale di 9 mete di cui 5 coronate dalla trasformazione. Nonostante le nostre ragazze andassero in più di qualcuna a placcare, portare a terra, pulire e a mettere tanta pressione – parole sempre della stessa Scarratt – non sono sempre riuscite a fermare le gambe e le mani veloci delle avversarie. Pack di mischia sia pesante che veloce e corrosivo dopo l’impatto contro un’Italia che se la giocava per vincere, per la prima volta, un Sei Nazioni senza una sconfitta sulle spalle. Purtroppo, dopo i risultati del weekend passato, le azzurre lasciano il secondo posto alle francesi e guardano con sguardi consapevoli le inglesi ancora al primo posto e, ora, prossime al Grande Slam dall’Italia tanto aspirato.

SCOZIA 15 – 17 GALLES
Un risultato di 10-10 che dal 19′ minuto ha lasciato le due squadre a combattere l’una verso l’altra con difese efficaci e incredibilmente solide (ricordiamo il punteggio finale della partita di Italia-Galles con un 3-3. Le partite, quelle belle. Cit.). La prima meta scozzese è degna di nota (e potrete ammirarla sotto negli highlights che vi alleghiamo): da una maul zitte zitte, tre giocatrici con il pallone in coda si staccano senza far troppo scalpore e senza venir notate. Infatti le avversarie, tutte concentrare a riportare in dietro il gruppo di scozzesi accorpate tra loro, non si rendono conto della segnatura avvenuta alle loto spalle.
Poi al 75′ si sblocca la situazione con una meta scozzese che lascia alle gallesi solo 5 minuti per poter rimontare. Detto, fatto: all’ultimo minuto infatti arriva la segnatura di sfondamento dell’8 gallese che riesce ad essere trasformata dando così la vittoria al cardiopalma alle rosse.

Le highlights sono qui

IRLANDA 17 – 47 FRANCIA
Una meta di qua e una di là. E poi ancora una botta al cerchio ed uno alla botte arrivando così al 18′ con due punti di stacco a favore delle francesi grazie ad una trasformazione riuscita in più delle avversarie. E poi a 5 minuti dalla fine del primo tempo è stata supremazia francese: le irlandesi non riuscivano a respirare e boccheggiavano dentro la loro metà campo sempre minacciata dalle blu. E ad un certo punto, signore e signori, la delinquenza in campo: una delle sorelle gemelle Menagere – il numero 8 della squadra francese – per rompere un placcaggio piazza il braccio di prepotenza sulla gola del flanker irlandese che cade a terra. Rosso. Così, giustamente la squadra in minoranza va in meta altre due volte una delle due da parte della sorella gemella dell’espulsa. Un po’ come fosse un omaggio a lei.
Qui vi alleghiamo sotto il video della delinquentata della Menagere dato che, gli highlights non si trovano da nessuna parte.

Le partite dell’ultimo turno del Sei Nazioni femminile:
Inghilterra vs Scozia – sabato 16 marzo, ore 20:30
Galles vs Irlanda – domenica 17 marzo, ore 14:30
Italia vs Francia – domenica 17 marzo, ore 14:30, @Stadio Plebiscito – Padova

 

 

di Chiara Bustreo

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *