Jason Momoa non viaggia senza la sua maglia degli All Blacks 0 1326

Da lunedì quasi tutte le pagine o i blog che si occupano di rugby stanno facendo rimbalzare immagini e video di un Jason Momoa selvatico ad un torneo di rugby. Avete presente Khal Drogo de “Il Trono di Spade“? No? Beh, e allora lultimo “Aquaman” campione di incassi in mezzo universo? Ecco, stiamo parlando proprio di quell’attore che ha incantato ragazze e milf di ogni parte del mondo. Proprio all’inizio di questa settimana è stato immortalato in atteggiamenti entusiastici durante il campionato del Mondo del Rugby 7 a Vancouver, in Canada. La competizione ha dato la vittoria al Sud Africa aggiudicatosi il trofeo dopo aver battuto i francesi per 21 a 12. 

Ma Momoa era lì per sostenere un’altra squadra, quella degli All Blacks. Nonostante sembri neozelandese d’aspetto e abbia già mostrato le sue doti riguardanti la conoscenza della Haka – calcando il red carpet durante la prima del suo film sul supereroe acquatico – l’attore è in realtà di origini hawaiane. Ma dopo un breve periodo passato in Nuova Zelanda il rugby è diventata la sua passione: “Il rugby è l’unico sport per me. Non ci sono protezioni. Crescendo in America qui non c’era la possibilità di giocarci, io praticavo hockey. Ma quando sono andato a vivere giù in Australia e Nuova Zelanda è diventato il mio sport preferito.” dice lo stesso Momoa. Da qui si capisce il perché del tifo sfegatato che ha fatto dagli spalti per la Nazionale dei Tutti Neri arrivati quinti a questa edizione dopo aver battuto l’Inghilterra delle World Series canadesi. L’attore dopo aver battuto calorosamente il cinque ai giocatori neozelandesi prima della semifinale contro l’Argentina poi è stato accolto nei loro spogliatoi per foto e video di rito. Dopotutto è un attore di Hollywood.

‪Awesome jersey Jason Momoa 👌🏽 Great to see you at the Canada Sevens supporting the NZ7s 🖤🇳🇿‬‪#Canada7s ‬

Pubblicato da All Blacks su Domenica 10 marzo 2019

Però una particolarità del bellissimo e palestratissimo attore quasi 40enne è che per tutta la durata della giornata allo stadio ha indossato una maglia vintage degli All Blacks. Incuriositi e in cerca di gossip i giornalisti gli hanno chiesto l’origine del souvenir e Momoa ha zittito tutti con una storia al quanto particolare. Infatti, la maglia gli è stata donata dall’attore che 15 anni prima faceva lo stuntman per lui durante le riprese di “Stargate Atlantis“. Lo stuntman in realtà aveva un passato da rugbista, nonché da capitano della Nazionale canadese di nome Glenn Ennis che, in occasione della Rugby World Cup del 1991 si è scontrato con la squadra degli AB. Lì, come vuole il rito, lui e un giocatore della Nazionale neozelandese, a fine partita si sono scambiati le rispettive maglie. Il giocatore in questione era Zinzan Brooke che proprio durante quella partita segnò una meta portando il risultato a 29 a 13 e la squadra ai quarti di finale. Quello fu anche la prima partita tra le due nazionali e anche l’anno in cui gli All Blacks persero in semifinale contro gli australiani. Ma questa è un’altra storia.

Comunque avete indovinato: la maglia che indossava l’attore lunedì a Vancouver era proprio quella stessa maglia, la maglia del numero 8 degli All Blacks!
È uno dei migliori regali che io abbia mai ricevuto. Non me ne vado mai di casa senza avercela nel bagaglio. Viaggia sempre con me.

di Chiara Bustreo

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *