Le Highlights di Inghilterra-Italia (VIDEO) 0 528

Due mete e tanto possesso non bastano, a Twickenham azzurri battuti per la venticinquesima volta dai Bianchi su 25 match. La streak negativa si allunga ulteriormente.

 Il quarto match del Sei Nazioni per gli azzurri coincide con la ventunesima sconfitta consecutiva nel torneo. La rapidità di esecuzione e  la loro fisicità fa la differenza contro una nazionale italiana che è costretta a cedere il passo per 57-14. I nostri giocatori pur se coraggiosi in attacco, creando volume di gioco (venti fasi in occasione della meta di Allan), riescono ad andare in meta solo due volte.
In difesa, come conferma anche il Ct Connor O’Shea, è mancato il placcaggio nell’uno contro uno. Resistere agli assalti di  Te’o, Tuilagi e Cokanasiga (tutti con radici nelle isole del Pacifico) non è semplice per nessuno.

Il bollettino medico non è a nostro favore, fuori sia Campagnaro (rottura del piede sinistro) che Castello (perone sinistro fratturato e legamenti compromessi), in dubbio per il match contro i cugini francesi anche Parisse e Morisi a causa di alcune contratture muscolari.

Piccola curiosità, in questi giorni il padre del 21enne Joe Cokasaniga ha rivelato al Times  di aver detto il falso sulla reale età del suo “cucciolo” da quando ha compiuto 15 per farlo giocare con gli under 20 e poi direttamente con i seniores, tanto la stazza dell’adolescente rendeva credibile la bugia. Il padre di Joe, sergente dell’esercito britannico è di origini fijiane, non è per nulla un tipo imprudente: ha giocato a rugby anche lui. Cercando di salvaguardare gli altri ragazzini dalla stazza fuori misura del proprio figlio.

di Giacomo Civino

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *