L’Italia sospende l’attività rugbistica a livello nazionale 0 1354

La sospensione della partita di ieri a Legnano (MI) del Sei Nazioni Femminile tra Italia e Scozia – a data da destinarsi – aveva già preannunciato l’aria che tirava. Ma oggi la FIR ha diffuso il comunicato stampa sull’effettiva temporanea interruzione dei campionati e delle attività rugbistiche secondo le ultime ordinanze sanitarie riguardo l’emergenza epidemiologica.

COMUNICATO STAMPA FIR SU EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA
Roma – La Federazione Italiana Rugby, facendo seguito alle ordinanze disposte dalle autorità competenti in tema di contenimento dell’emergenza epidemiologica in atto, ha assunto i seguenti provvedimenti per il fine settimana del 28 febbraio-1 marzo:Roma – La Federazione Italiana Rugby, facendo seguito alle ordinanze disposte dalle autorità competenti e del CONI in tema di contenimento dell’emergenza epidemiologica in atto, ha assunto i seguenti provvedimenti per il fine settimana del 28 febbraio-1 marzo:

Infatti per il prossimo weekend – dal 28 febbraio al 1 marzo compreso – tutte le gare nazionali, raduni, match di TOP12, Serie A, B e C saranno rinviate. Come potrete leggere sotto, per alcune categorie è già indicata una possibile data di riprogrammazione. Il Sei Nazioni è stato risparmiato per via del weekend di pausa.

– sospensione dell’attività dei Campionati nazionali e, per allineamento, di tutti i Comitati Regionali inclusa tutta l’attività giovanile

– sospensione dell’attività di raduno delle Squadre Nazionali nelle Regioni raggiunte dai dispositivi e loro riprogrammazione in altre sedi

– posticipo al 9 maggio della tredicesima giornata del Campionato Italiano Peroni TOP12 originariamente in programma nel fine settimana corrente, con slittamento temporale di una della programmazione complessiva: le semifinali sono riprogrammate nei week-end del 23-24 maggio e del 30-31 maggio. La Finale del massimo campionato nazionale è riprogrammata il 6 giugno

– slittamento temporale degli incontri dei Campionati Italiani di Serie A, Serie B e Serie C in programma nel fine settimana del 28 febbraio-1 marzo e loro riprogrammazione nella giornata di domenica 22 marzo, con la conclusione dei rispettivi Campionati che verrà posticipata di una settimana rispetto ai calendari precedentemente annunciati

– sospensione dell’attività dei Campionati nazionali e, per allineamento, di tutti i Comitati Regionali inclusa tutta l’attività e i concentramenti giovanili

– sospensione dell’attività di raduno delle Squadre Nazionali nelle Regioni raggiunte dai dispositivi e loro riprogrammazione in altre sedi

– posticipo al 9 maggio della tredicesima giornata del Campionato Italiano Peroni TOP12 originariamente in programma nel fine settimana corrente, con slittamento temporale di una della programmazione complessiva: le semifinali sono riprogrammate nei week-end del 23-24 maggio e del 30-31 maggio. La Finale del massimo campionato nazionale è riprogrammata il 6 giugno

– recupero della tredicesima giornata del Campionato di Serie A il 3 maggio 2020 e riprogrammazione delle fasi finali di Serie A il 17 – 24 – 31 Maggio

– recupero della tredicesima giornata del Campionato di Serie B il 31 maggio 2020

– recupero della tredicesima giornata del campionato di serie C Girone F il 31 maggio 2020

– recupero della seconda giornata di andata del campionato di serie C Fase Promozione e Fase Passaggio il 31 maggio 2020

Molte sono le società che già prima della fine del weekend avevano preso provvedimenti chiudendo campi, palestre e annunciato la temporanea cessazione delle attività fino al primo giorno di marzo. E ora, in seguito al comunicato della FIR, altre sono quelle che stanno prendendo l’esempio al fine di tutelare i propri tesserati.

Potete trovare il comunicato integrale della FIR qui.

di Chiara Bustreo

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *