Nigel Owens e quell’orso che non è un orso 0 983

Succede che il mondiale sia finito da meno di una settimana e che tutti, dai tifosi ai giocatori, sono tornati alle loro vite quotidiane.

Succede anche che vengano trasmesse delle pubblicità che hanno come protagonisti dei volti notissimi ai fan del mondo ovale, come quella di una casa automobilistica che ha scelto Nigel Owens come testimonial.

Il fischietto gallese, che ha terminato la sua carriera arbitrando la semifinale tra Nuova Zelanda e Inghilterra, è ritratto nello spot assieme a un buffo orso in frac: nulla di così particolare.

Se non fosse per il fatto che la giovane soprano Katie Marshall non abbia apprezzato la trovata, segnalando a Owens che “Questo promuove l’utilizzo di animali come mezzo per fare spettacolo”.

La risposta dell’arbitro non ha tardato ad arrivare: “Katie, con tutto il rispetto, per favore, usa un po’ di buonsenso: è un uomo in una tuta da orso”.

Qui di seguito trovate il post che il buon Nigel ha pubblicato su Instagram:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

The world has gone mad. Please scroll across for my reply and to see my dear friend The Bears

Un post condiviso da Nigel Owens (@nigelrefowens) in data:

Previous Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *