Taniela Tupou alza 200kg alla panca piana (VIDEO) 0 1873

L‘allenamento con pesi riveste un ruolo fondamentale nella preparazione atletica del gioco del Rugby.

Negli scorsi decenni si lavorava molto di più in campo e meno in palestra, mentre ora il lavoro in palestra è considerata una componente molto importante a cui i preparatori atletici fanno riferimento.Nei programmi di allenamento durante la stagione, quindi, non è strano vedere sempre di più delle sessioni in palestra.

Programmare è la parola d’ordine e quindi nella stagione preagonistica gli atleti cercheranno di acquisire forza, potenza e nuovi muscoli in quanto hanno maggiori tempi di recupero fisico, non essendoci  partite.

Negli ultimi anni gli strength and conditioning coach  hanno spostato  l’allenamento della forza da una fase statica  ad una molto più esplosiva, per massimizzare le prestazioni a livello agonistico in campo.

In un video postato su Ig  Taniela Tupou fa sfoggio della sua forza alzando l’ incredibile peso di 200 kg su panca piana. La prima linea australiana durante il periodo di stop forzato ha focalizzato i suoi allenamenti sulla parte alta, tornando ad allenarsi con la squadra in vista della ripresa del campionato il 3 luglio.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Face says it all…..200 Club 💪🏽 #Blessgo

Un post condiviso da Taniela Tofeki Tupou (@taniela_2pou) in data:

 

RugbyPass ha di recente  investigato sui giocatori che hanno raggiunto ottimi risultati nell’esercizio della panca piana.

Ha, di seguito, elencato i nomi di 38 atleti che avevano ottenuto il punteggio migliore personale di almeno 200 kg.

La lista è guidata dal  moldavo Gheorghe Gajion, soprannominato la  Bestia d’Oriente a cui è attribuito uno stacco su panca da 230 kg, subito seguito da Aled de Malmanche, ex giocatore  dello Stade Francais, e Biyi Alo dei London Wasps , entrambi con 220 kg ciascuno.

Tupou, The Tongan Thor, dopo questo impressionante gesto atletico entra  di diritto in questa lista.

 

di Giacomo Civino

 

 

 

 

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *